In riferimento all’ordinanza emessa dal Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, la diffida ad adempiere inviata.

ATTO DI DIFFIDA AD ADEMPIERE

e

MESSA IN MORA

Il sottoscritto Francesco Zanardi, nato a Torino il 19 luglio 1970 e residente in Savona, via Giuria 3/28, in proprio ed in qualità di Presidente pro tempore dell’associazione Rete L’ABUSO Human Rights Connect, iscritta al registro nazionale “politiche sociali, terzo settore, immigrazione e pari opportunità” C.F. 92111440092, relativamente all’ordinanza firmata dal Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio nella quale si vieta alla popolazione l’accesso a negozi, uffici, mezzi pubblici ecc. se non muniti di mascherine ecc.

DIFFIDA

Il Sindaco di SAVONA Ilaria Caprioglio affinché nell’immediato, massimo 12 ore dal ricevimento della presente, fornisca alla popolazione savonese – alla quale attualmente, a seguito dell’ordinanza, viene di fatto negato il diritto di accede ai più basilari servizi di prima necessità – tutti gli strumenti imposti nell’ordinanza N° 19 del 15/04/2020, affinché, la popolazione stessa non sia istigata e costretta per la sua stessa sopravvivenza, alla violazione delle norme in atto.

Francesco Zanardi

Presidente della Sezione Human Rights Connect della Rete L’ABUSO

Di Francesco Zanardi

Potevo ma non mi sono sentito di diventare un giornalista. Vivendo in Italia sarebbe stato uno spreco e così ho preferito da sopravvissuto agli abusi sessuali del clero, rimanere un umile blogger, che vuole vivere degnamente la propria vita, illuminato dalla luce di una nobile causa. Fondatore e Presidente della Rete L'ABUSO