Il Segretario generale dell’Onu ha anche citato i movimenti razzisti ed estremisti, che sono impegnati in una “frenesia di odio”